Approfondimenti>Fisica tecnica

Guaina ad U e marcescenza: problema o soluzione?

durability_platform_frame_rotten_wall_timber_9Talvolta ci capita di discutere con clienti e/o colleghi tecnici in merito al ruolo della guaina ad U che spesso vediamo posata alla base delle pareti in legno in cantiere. Questa membrana è solitamente di tipo bituminoso munita di adesivo butilico e viene spesso presentata come “la soluzione definitiva ai problemi di durata delle case in legno”. Ma è vero?

 

 

 

 

La risposta è assolutamente no e vi spieghiamo il perché.

Come scritto nei nostri precedenti articoli (parte 1: Inquadramento generaleparte 2: Staticaparte 3: Fisica-tecnica) il dettaglio più critico sotto il punto di vista della durabilità è senza dubbio quello dell’attacco a terra e la guaina ad U crea un vero e proprio effetto bicchiere alla base della parete. Al suo interno l’acqua è destinata a ristagnare per lungo tempo poiché non ha la possibilità di “evaporare” verso l’interno dell’edificio.

durability_platform_frame_rotten_wall_timber_10

Perché posso avere presenza di acqua alla base della parete?

I motivi possono essere molti e di seguito ne riportiamo solo alcuni tenendo però presente che vi possono essere anche situazioni impreviste ed imprevedibili:

  • Infiltrazioni dall’interno: un secchio rovesciato, lavaggio dei pavimenti, perdite scarichi, etc…
  • Infiltrazioni dall’esterno: danneggiamenti locali alla guaina in fase di posa della parete o del cappotto, cattiva messa in opera della membrana, eventi atmosferici, risalita capillare dalla fondazione, etc…
  • Presenza di acqua nel legno al momento della posa dovuta a mancata protezione durante il trasporto o accumulata durante le fasi di produzione

Fenomeni di condensa interstiziale anche temporanei dovuti a condizioni climatiche non previste

L’ultima affermazione si presenta come particolarmente critica in quanto l’acqua sotto forma di vapore crea pochi problemi ma nel momento in cui condensa la situazione cambia radicalmente poiché la molecola d’acqua è molto più grande e pesante di quella di vapore. In conseguenza di ciò si formeranno accumuli locali per effetto della forza di gravità che non potranno in alcun modo essere smaltiti verso l’ambiente circostante.

Va detto inoltre che questi fenomeni disastrosi si possono manifestare sia nel breve periodo (settimane) sia a distanza di qualche anno dal completamente della struttura.

Questi problemi riguardano tutte le tipologie costruttive in generale: Xlam (o CLT, Crosslam), telaio (Holzrahmenbau), Blockbau, etc…

Potete commentare questo articolo o inviare le vostre domande sulla nostra pagina di LinkedIn .

Le foto seguenti mostrano una situazione reale dove una parete a telaio si è abbondantemente bagnata durante il trasporto e durante la posa per mancanza di protezioni adeguate. La guaina ad U ha impedito all’acqua di uscire ed è stata quindi rimossa non senza difficoltà.

 

 

More articles

Lascia un commento

Non sai come usare il tuo account social? Clicca qui per il tutorial commenti

La nostra passione non ha confini. Lavoriamo in Italia e all’estero.
Saremo lieti di conoscerti.

Scrivici >