Approfondimenti>Notizie

Geometrie complesse: dal disegno alla realtà

Grandi architetti come la compianta Zaha Hadid ci hanno abituati a vedere edifici dalle forme organiche realizzati con geometrie estremamente complesse. Il merito va ovviamente in primis a chi ha la fantasia, la creatività ed il coraggio di osare ma quali sono i processi che portano alla loro realizzazione?

Impossibile ovviamente descrivere in poche righe l’iter progettuale/ingegneristico che sta dietro a questi “miracoli” della tecnica e pertanto ci limiteremo in questo primo articolo (cui ne seguiranno altri nei prossimi mesi) a mostrarvi alcuni passaggi chiave. Naturalmente il legno sarà protagonista ma non sarà da solo!

Il primo passaggio è la creazione della geometria attraverso il noto modellatore 3d Rhino questo spetta al progettista. Se si tratta di una geometria parametrizzabile, ripetitiva o riconducibile ad uno schema in qualche modo programmabile puoi contattarci fin da subito per un consulto tecnico. Per mezzo di Grasshopper siamo in grado di affiancarti nella creazione di queste geometrie.

(Immagine tratta da presentazione PowerPoint “Studio Ergodomus”)

Il passaggio successivo consiste nella “trasformazione” delle superfici o di un intricato insieme di elementi curvi e/o rettilinei in un insieme di funzioni matematiche. In questo modo sarà possibile discretizzare un superficie a doppia curvatura in una mesh di sub-figure poligonali piane (triangoli o poligoni generici). Questa operazioni è estremamente complessa e delicata ma allo stesso governata da parametri che vi permettono di modificare agevolmente la densità dei poligoni stessi.

(Immagine tratta da presentazione PowerPoint “Studio Ergodomus”)

A questo punto mancano due passaggi: il calcolo statico ovvero il dimensionamento degli elementi e la programmazione delle macchine CNC che taglieranno i singoli elementi con precisione affinchè il risultato sia quello voluto. Ricorda il nostro motto: wydiwyg®! (What You Draw Is What You Get)

(Immagine tratta da presentazione PowerPoint “Studio Ergodomus”)

Quindi qual è il tuo compito come progettista/architetto/designer? Semplice: concentrarti sulla geometria che vuoi ottenere. Al resto ci pensiamo noi!

I vantaggi quali sono? Avrai un unico interlocutore ovvero Ergodomus che si occuperà della fattibilità, della statica e dell’ingegnerizzazione completa permettendoti di scegliere il materiale migliore per ogni applicazione. Legno? Certo ma non solo!

 
(Esempi di superfici complesse discretizzate in una mesh di aste rettilinee)

More articles

Lascia un commento

Non sai come usare il tuo account social? Clicca qui per il tutorial commenti

La nostra passione non ha confini. Lavoriamo in Italia e all’estero.
Saremo lieti di conoscerti.

Scrivici >