Copertina_LibroAbstract

L’idea di questa pubblicazione nasce nel 2013 per rispondere ad una precisa esigenza di mercato vista la mancanza di testi e documenti tecnici in lingua italiana riguardanti gli edifici in legno ed i numerosi aspetti legati alla loro progettazione: non solo statica, si veda a tal proposito la pubblicazione “Il libro del carpentiere”, ma anche fisica tecnica, ingegnerizzazione, studio delle singole stratigrafie e dei dettagli.

La parola chiave più importante è proprio quest’ultima ovvero “dettagli”: qui si gioca la qualità delle costruzioni in legno e soprattutto la loro durata. Il libro esamina pertanto in maniera approfondita numerose stratigrafie con relativi dettagli e modalità di collegamento tra loro: pareti in Xlam o a telaio, ventilate o non ventilate, coperture piane o inclinate, etc… tanto per citarne alcune.

Ogni dettaglio e/o stratigrafia viene analizzato e “scomposto” nei suoi componenti essenziali per garantire la portata statica, la capacità isolante e la tenuta all’aria ed all’acqua grazie anche all’ausilio di specifiche analisi termiche ad elementi finiti come si può vedere sulle pagine di esempio di seguito esposte.

Per agevolare una rapida consultazione in cantiere è stata creata anche una versione specifica ridotta in formato tascabile priva dell’introduzione teorica.

La pubblicazione è stata sponsorizzata dalle aziende RoofRox, 3Therm e Riwega cui vanno sentiti ringraziamenti.

Sono state stampate 7000 copie della versione completa e 10000 copie di quella ridotta in due ristampe (5000+5000) vista la grande richiesta.

Sei interessato alla traduzione del libro? Contattaci.

 

Prefazione del dott. Johann Waldner Presidente Lignius, Associazione Nazionale Italiana Case Prefabbricate in Legno

“Un vero e proprio manuale su come costruire gli edifici in legno in cui l’ing. Franco Piva fornisce preziosi consigli e decine di dettagli costruttivi analizzati sotto i punti di vista statico e termoigrometrico. Di seguito l’introduzione del dr. Johann Waldner presidente dell’associazione Lignius.

La nostra è un’epoca di forte cambiamento. Dopo decenni di sviluppo incontrollato e di corsa alla produzione e al consumo senza freni, la società si apre e si accosta a nuove sensibilità. Sempre più persone stanno rivedendo la propria scala di valori, dedicando maggiore attenzione a tematiche legate all’aspetto più emozionale ed intimo della propria vita: l’ambiente, la natura, la semplicità, il rispetto di sé e di ciò che ci circonda.

Anche l’edilizia è stata coinvolta in questo processo di cambiamento. L’arte del costruire si è aperta a nuovi approcci e tecnologie, più vicini ed attenti a temi che sempre più stanno conquistando spazio e consenso nella pubblica opinione: risparmio energetico, sostenibilità, vivibilità.
Il mercato è specchio fedele di questo cambiamento. Sul territorio nazionale da qualche anno ormai  la  richiesta  di  case  costruite  secondo  i  dettami  dell’edilizia  sostenibile  di  qualità  è  in costante e rapida ascesa. Una tendenza che non accenna a fermarsi, mentre l’edilizia tradizionale, basata sull’utilizzo di mattoni, cemento ed acciaio, è entrata in una fase di crisi profonda. Al giorno d’oggi l’edilizia classica è percepita come pesante ed obsoleta, e la sua precaria situazione è ulteriormente aggravata da una generale scarsa qualità dei prodotti, sia dal punto di vista della
realizzazione che da quello dei materiali utilizzati. Possiamo quindi affermare, senza timore di essere smentiti, che anche l’Italia si è finalmente accorta del legno, ed ha iniziato ad innamorarsene. Merito della nuova sensibilità generale, più attenta alle tematiche ecologiche ed ambientali. Ma anche, e soprattutto, merito delle indubbie qualità del legno: un materiale antichissimo, che oggi torna prepotentemente al centro del panorama edilizio riprendendosi il ruolo di protagonista che gli spetta di diritto.
Ma non è tutto oro quel che luccica. La corsa al mercato dell’edilizia sostenibile ha fatto sì che nel settore entrassero anche soggetti privi dell’esperienza necessaria ad operare con efficacia. Il risultato sono prodotti di dubbia qualità, realizzati in fretta, con materiali scadenti e destinati a gettare una cattiva luce sull’intero settore. Ciò rappresenta un rischio concreto che gli operatori seri devono saper affrontare con gli strumenti giusti. La contromossa è una sola ed ha un nome preciso: qualità.
Lignius da sempre opera per mettere in contatto e creare sinergie tra le eccellenze nel settore della bioedilizia, dando vita ad una rete solida e dinamica. Aziende, formatori, fornitori, tecnici: tutti i soggetti della rete operano perseguendo un solo obiettivo. La crescita e il consolidamento del settore attraverso prodotti di qualità.
In quest’ottica la formazione non può che avere un ruolo assolutamente fondamentale. E’ solamente attraverso la trasmissione e la diffusione delle corrette competenze infatti che è possibile dare credibilità e solidità all’edilizia sostenibile.
Il volume è parte integrante di questo progetto. Si tratta di uno strumento importante, un manuale in grado di guidare ed aiutare i professionisti del settore, elevando il loro grado di competenza tecnica e, di conseguenza, supportandoli nella realizzazione di prodotti di alta qualità. Franco Piva, tecnico di comprovata esperienza e master Lignius, focalizza con rara lucidità e chiarezza gli aspetti fondamentali legati alla costruzione delle case in legno, fornendo una mole impressionante di informazioni e spunti, oltre ad una ricca serie di soluzioni tecniche all’avanguardia. Riwega, Roofrox e 3therm, sponsor di questa iniziativa editoriale,si distinguono da sempre quale partner della rete Lignius attenti alla formazione e all’aggiornamento, e la pubblicazione che state sfogliando ne è la prova tangibile.
Vincere la sfida con l’edilizia tradizionale sarà possibile solamente se la bioedilizia saprà puntare con decisione all’eccellenza. Realizzare case in legno di qualità è importante non solo per il cliente finale, ma per l’intero settore. Ogni edificio costruito male, danneggia in modo sensibile chi da sempre opera con coscienza e rispetto, sia dei propri prodotti che della propria clientela.

Solo  se  l’edilizia  sostenibile  saprà  –  e  ne  siamo  certi  –  mantenere  la  barra  del  timone  fissa  sugli  obiettivi  della  qualità,  della professionalità e dell’innovazione, quella che fino ad oggi è stata una seppure marcata tendenza di mercato si trasformerà in un vero e proprio cambiamento culturale.”

 

 

Argomenti

edificio in legno, Xlam, telaio, blockbau, CLT, Crosslam, ingegnerizzazione, legno, statica, stati limite, connessione legno, ferramenta, fisica tecnica, risparmio energetico, tenuta all’aria, BlowerDoor, analisi termiche elementi finiti

Indice della pubblicazione

È possibile ricevere la pubblicazione inviandoci una richiesta.

Alcuni esempi di pagine


LegnoCostruireAbitare_Pagina tipo_1LegnoCostruireAbitare_Pagina tipo_2LegnoCostruireAbitare_Pagina tipo_3LegnoCostruireAbitare_Pagina tipo_4LegnoCostruireAbitare_Pagina tipo_5